Indietro

Dichiarazione fraudolenta con fatture false autoprodotte

In tema di reati tributari, il delitto di “frode fiscale” previsto dall’articolo 2 del Dlgs 74/2000 si configura ogniqualvolta il contribuente, per effettuare una dichiarazione fraudolenta, si avvalga di fatture o altri documenti che attestino operazioni non realmente effettuate, a nulla rilevando la circostanza che la falsità sia ideologica o materiale. Questo il chiarimento fornito dalla Corte suprema con la sentenza n. 6360 dell’11 febbraio 2019.

Leggi su Fiscooggi la rivista di Agenzia Entrate




Nessun commento. Vuoi essere il primo.