Indietro

E-democracy

Data: 03 lug 2015

Il termine e-democracy (contrazione di electronic-democracy, in it. "democrazia digitale") viene utilizzato in riferimento all'impiego delle ICT  (quali internet, telefonia mobile, ecc) realizzato dalle istituzioni pubbliche per consentire ai cittadini la partecipazione politica alle scelte delle istituzioni in qualsiasi ambito e qualsiasi livello (locale, nazionale, sovranazionale).
Il termine e-democracy si riferisce dunque ad una ampia gamma di applicazioni: la possibilità di voto elettronico (nelle elezioni e nei referendum consultivi) e, più significativamente, le possibilità di accesso alle fonti informative (open data 1, principio della trasparenza della PA), di esercizio del diritto a far udire la propria voce, di consultazione popolare mediante sondaggi, e di partecipazione e proposta, attraverso forum di discussione, a dibattiti pubblici attorno alle decisioni da assumere (in linea con il principio della democrazia diretta e della cittadinanza attiva 2)
La e-democracy può riferirsi non solo al rapporto tra cittadino e PA, ma anche tra il cittadino e qualsiasi organizzazione (tipo partiti politici, sindacati, ecc.) che intenda promuove al suo interno la partecipazione democratica.
                                      

1 Vedasi sul portale Marcoaurelio la voce "Open data

2 Vedasi sul portale Marcoaurelio la voce "Cittadinanza attiva"




Nessun commento. Vuoi essere il primo.