Indietro

Federfarma: Piano cronicità, farmacie «punto di riferimento»

Data: 24 mag 2016

Per la persona affetta da cronicità e per i suoi familiari le farmacie del territorio sono «un punto di riferimento», perché rappresentano «il più agevole e frequente» sportello di accesso alle risorse del Ssn. Per tale motivo, vanno coinvolte «nelle attività di educazione sanitaria, prevenzione primaria e secondaria, secondo protocolli condivisi con lo specialista e il medico di famiglia/pediatra di libera scelta, anche per quel che riguarda l’aderenza ai trattamenti a lungo termine». Sono alcuni dei passaggi più significativi del Piano nazionale per le cronicità, il documento di programmazione redatto dal ministero della Salute.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.