Indietro

Giornata nazionale contro la corruzione in sanità

Data: 12 apr 2016

Nel 37% delle aziende sanitarie italiane si sono verificati episodi di corruzione negli ultimi cinque anni, e in circa un terzo dei casi non sono stati affrontati in maniera appropriata. Ad affermarlo sono gli stessi dirigenti delle 151 strutture sanitarie che hanno partecipato all’indagine sulla percezione della corruzione realizzata nell’ambito del progetto «Curiamo la corruzione» da Transparency International Italia, Censis, ISPE-Sanità e Rissc. I dati sono stati presentati a Roma nel corso della prima Giornata nazionale contro la corruzione in sanità alla presenza, tra gli altri, delMinistro della Salute Beatrice Lorenzin, del Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione Raffaele Cantone e del Sottosegretario all’Istruzione, all’Università e alla Ricerca Davide Faraone. Il progetto, sostenuto dalla Siemens Integrity Initiative, promuove una maggiore trasparenza, integrità e responsabilità individuale e collettiva nella sanità attraverso attività di ricerca, iniziative di formazione e comunicazione sul territorio, sensibilizzazione dei decisori pubblici e privati, sperimentazione di misure anticorruzione nelle strutture sanitarie pilota di Bari, Melegnano, Siracusa e Trento. Alla Giornata hanno aderito il Segretariato Italiano Studenti di Medicina, il Segretariato Italiano Giovani Medici, l’Associazione Italiana Medici, Cittadinanzattiva e Federsanità che hanno allestito 16 postazioni presso le Asl e Aziende ospedaliere di tutto il territorio nazionale, per sensibilizzare cittadini, studenti, medici e professionisti sanitari e facendo loro edificare muri simbolici contro la corruzione. L’iniziativa ha avuto una straordinaria eco virale sui social attraverso l’hashtag #curiamolacorruzione. Comunicato stampa Executive summary del report Infografica Salute: Messaggio del Ministro Lorenzin alla 1 Giornata nazionale contro la corruzione in sanità



Nessun commento. Vuoi essere il primo.