Indietro

I trasporti del nostro scontento

Data: 04 dic 2012

Servizi scadenti e costi troppo alti: da un'analisi disincantata molte proposte concrete.
"Molti sono convinti che la crescita economica di un paese sia determinata sempre dal livello o dall’aumento delle infrastrutture, indipendentemente da qual è lo stadio a cui la crescita è arrivata. Ma non è così. Certo, se prendiamo un paese che è quasi del tutto privo di infrastrutture, per esempio una nazione che si trova al centro dell’Africa, è chiaro che lì la costruzione di un’infrastruttura costituisce un passaggio essenziale per la crescita e di fatto ne diventa un volano. [...] Non è certo realizzando la Livorno-Civitavecchia in forma autostradale che la crescita dell’Italia può accelerare di chissà quanto. E neanche realizzando la Tav o il nuovo traforo del Brennero vedremo aumentare il Pil in modo consistente e, soprattutto, duraturo"

Autore: Andrea Boitani

Editore: Il mulino, lavoce.info, 2012

Immagini


Nessun commento. Vuoi essere il primo.