Indietro

Il nuovo progresso. Strumenti per pensarlo ed avviarlo

Data: 03 apr 2012

Il progresso, inteso come miglioramento continuo della condizione umana, è in crisi sempre più evidente nella società del capitalismo democratico che meglio lo ha realizzato creando un ciclo virtuoso, reciprocamente amplificante, tra libertà, capitale e tecnica.
La diffusione della ricchezza è in regressione. La democrazia mostra sintomi di degenerazione e la sua diffusione mondiale appare bloccata. La filosofia critica molto e costruisce poco. La fiducia nella tecnica è limitata da paure eccessive e ciò riduce e rallenta le soluzioni tecnologiche.
Tutto questo succede perché le grandi astrazioni ed i modelli che hanno spinto il progresso nel passato non sono stati rinnovati e non funzionano più. Questo libro ha lo scopo di avviare la riparazione e l'innovazione del ciclo libertà-capitale-tecnica, individuando sette missioni di nuovo progresso:
1) rilanciare il capitalismo di massa via nuove garanzie;
2) riqualificare ed estendere la rivoluzione democratica;
3) dare un'architettura verticale al mercato globale;
4) cercare una nuova sintesi nella filosofia morale;
5) aggiungere alla filosofia dell'analisi quella della costruzione;
6) ricaricare di fiducia le soluzioni tecnologiche;
7) indurre il passaggio dal pensiero debole a quello forte.


Autore: Carlo Pelanda

Editore: Franco Angeli, 2011

Immagini


Nessun commento. Vuoi essere il primo.