Indietro

Innovazione PA: report Mettiamoci la faccia

Sono ormai 130 le pubbliche amministrazioni che hanno finora aderito all'iniziativa "Mettiamoci la faccia", il sistema di customer satisfaction dei servizi pubblici con emoticon (le cosiddette "faccine") ideato dal Ministro Renato Brunetta. Nel mese di febbraio si sono infatti aggiunte anche l'Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti di Bergamo, il Consolato di Casablanca, la Provincia di Cuneo e il Comune di Venezia (che ha esteso la rilevazione ai servizi di sportello erogati dalla Società Vela/Actv spa che gestisce i servizi per la mobilità). I Comuni di Binago (CO), Irgoli (NU), Lenno (CO), Liveri (NA), Montazzoli (CH), Montemaggiore Belsito (PA), Telti (OT), Tremezzo (CO) e l'Unione dei Comuni della Tremezzina (CO) hanno inoltre beneficiato degli specifici incentivi che Palazzo Vidoni ha deciso di mettere a disposizione dei piccoli Comuni per l'acquisto delle dotazioni tecnologiche necessarie. La rete nazionale degli sportelli dotati di emoticon ha così raggiunto e superato quota 1000, anche grazie all'avvio della rilevazione nei Comuni di Brendola (VI), Castelnuovo del Garda (VR), Pieve di Cadore (BL), Piove di Sacco (PD). La crescita significativa di "Mettiamoci la faccia" è evidenziata anche dai dati sulla partecipazione dei cittadini. Se i giudizi raccolti nel mese di febbraio sono stati più di 200 mila, quelli registrati dal 23 marzo 2009 allo scorso 28 febbraio sono stati complessivamente oltre un milione 700mila. Il tasso di partecipazione si mantiene su livelli significativi: quasi un utente su 2 dà il proprio feed-back sui servizi erogati al telefono e circa uno su 5 sui servizi erogati attraverso gli altri due canali (sportelli e web). Positivi anche i risultati in termini di gradimento: le faccine verdi sono largamente prevalenti in tutti i canali (89% per gli sportelli, 86% per il telefono, 78% per il web). Il trend dell'ultimo mese segnala infine una leggera crescita del gradimento per i servizi erogati tramite sportello (+1%) e telefono (+1%), stabili invece le valutazioni riguardanti i servizi erogati via web.

Le amministrazioni partecipanti

Il report sulla sperimentazione




Nessun commento. Vuoi essere il primo.