Indietro

Interno: Il 'modello italiano' di gestione della sicurezza e dell'immigrazione

Le proposte normative e le attività operative sviluppate in questi ultimi anni dal Governo italiano per dare risposte alla domanda di sicurezza da parte della collettività sono brevemente illustrate in una pubblicazione curata dal ministero dell'Interno dal titolo ‘Iniziative dell’Italia – Sicurezza, immigrazione e asilo’. Disponibili anche le versioni in lingua inglese e francese. Aggressione dei patrimoni illeciti, nuove misure anti racket e usura e contro infiltrazioni mafiose nel settore degli appalti, eco-mafia, criminalità transnazionale, terrorismo, criminalità informatica e pedopornografia on-line, ‘patti per la sicurezza’ urbana, contenimento dell’immigrazione clandestina, tratta degli esseri umani, efficaci procedure per l’emersione dei rapporti di lavoro regolare con cittadini stranieri. Sono alcuni degli interventi messi in campo negli ultimi anni dal Governo secondo il 'modello italiano' di gestione della sicurezza e dell’immigrazione sul territorio nazionale. Altre misure sono state adottate dal Governo italiano per garantire la piena tutela dei minori stranieri e dei richiedenti asilo e per favorire l’accoglienza e l’integrazione dei cittadini stranieri, fattori-chiave per la coesione sociale e la prevenzione di conflitti. Numerosi i progetti promossi a livello locale finanziati con risorse del Fondo europeo per l’integrazione. «I risultati raggiunti in pochi mesi - afferma il ministro Roberto Maroni nella prefazione al testo - denotano la validità del percorso intrapreso e rafforzano la convinzione di dover procedere in questa direzione, anche nell'interesse dell'Europa».

La pubblicazione

The booklet

La publication

Il dossier: I risultati della lotta alla criminalità, i dati sull'immigrazione clandestina




Nessun commento. Vuoi essere il primo.