Indietro

Interno: Lotta al crimine, i ricavi delle organizzazioni aggiornati

E' online e sarà aggiornato con cadenza settimanale, sul sito del PON Sicurezza, la sezione dedicata alla stima dei ricavi a disposizione delle organizzazioni criminali, sulla base dello studio Transcrime. Le attività illegali esaminate vanno dallo sfruttamento sessuale all'usura e alle estorsioni, dal traffico di droga ai rifiuti illeciti, contraffazione e gioco d’azzardo. Secondo il monitoraggio, attualmente i ricavi illegali ammontano complessivamente a circa l’1,7% del Pil nazionale. Le attività della criminalità analizzate forniscono ricavi che oscillano fra un minimo di 17,7 e un massimo di 33,7 miliardi. In questa classifica sono le droghe a generare i maggiori ricavi (in media 7,6 miliardi di euro), seguiti da estorsioni (4,7), sfruttamento sessuale (4,6) e contraffazione (4,5). Il rapporto Transcrime ricostruisce i settori economici e la tipologia di beni su cui investono le mafie nelle quattro regioni Obiettivo Convergenza (Campania, Calabria, Puglia e Sicilia) e rappresenta uno strumento utile per orientare l’attività di prevenzione delle infiltrazioni criminali nell’economia legale. La sezione dedica allo studio Transcrime



Nessun commento. Vuoi essere il primo.