Indietro

Interno: Per un web sicuro

Veicolare una riflessione sui pericoli dovuti ad un uso non consapevole di internet da parte dei ragazzi è l’obiettivo del progetto “Per un web sicuro” - giunto alla 5^ edizione - realizzato dal Moige (Movimento italiano genitori) e la Polizia di Stato e presentato a Roma durante il Safer Internet Day. Il progetto si sostanzia in una campagna informativa che interesserà 70 scuole medie in 10 regioni d'Italia, coinvolgendo circa 21.000 studenti e 44.000 tra docenti, genitori e nonni, a cui si aggiungono le oltre 30.000 famiglie che parteciperanno attraverso i coordinamenti territoriali del Moige - ha spiegato il presidente nazionale del movimento Maria Rita Munizzi. Alcuni dati riguardanti i minori e il web richiamati durante la presentazione: il 25% di loro è sempre connesso on line, il 30% si sveglia la notte per partecipare ad una discussione e rispondere a messaggi, il 30% si è iscritto su Facebook prima di 13 anni, il 71% ha ricevuto un smartphone prima dei 12 anni. Il progetto in questione prevede che durante la formazione, ciascun docente scolastico prenderà confidenza con le nozioni sull'uso consapevole del web anche con un kit multimediale di supporto. Successivamente, nel corso degli open day nelle scuole con ragazzi e adulti, i professori saranno affiancati da un esperto della Polizia di Stato, o da un “ambassador” di Cisco, Hewlett Packard Enterprise e Anssaif (Associazione nazionale specialisti sicurezza in aziende di intermediazione finanziaria) – le società e associazioni partner del progetto - che distribuiranno i materiali informativi con pratici consigli per navigare in sicurezza. L’iniziativa si avvale anche della realizzazione di uno spot anti bullismo, realizzato da Polizia di Stato e Rai, che verrà diffuso per sensibilizzare i ragazzi sul tema.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.