Indietro

Interno-UNICEF: accordo protezione minori

È stata una “dichiarazione di intenti” quella firmata al Viminale dal capo del dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione del ministero dell’Interno Mario Morcone e il direttore del Fondo delle Nazioni Unite per l'infanzia (United Nations Children's Fund - Unicef) Liaison Office di Ginevra-Division of Public Partnerships Marilena Viviani, alla presenza del presidente e del direttore generale del Comitato italiano per l'Unicef. Il documento vuole promuovere una nuova collaborazione che consentirà di migliorare le cure e la protezione dei bambini e degli adolescenti migranti e rifugiati presenti in Italia, tenendo presenti anche alcuni dati: oltre 16.000 quelli giunti in Italia nel 2015, 5.000 nei primi mesi del 2016. Diverse le attività di monitoraggio che verranno realizzate: sugli standard di accoglienza dei minorenni migranti e rifugiati - con particolare attenzione per quelli non accompagnati - per assicurare che siano in linea con quanto previsto dalla Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell'adolescenza sulle condizioni di vita dei minorenni migranti nei Centri di accoglienza presenti nelle tre regioni interessate dall'accordo (Sicilia, Calabria e Campania) sulle attività a sostegno della prima integrazione e dell’inclusione sociale dei bambini e degli adolescenti migranti e rifugiati.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.