Indietro

Knowledge Governance

Data: 19 giu 2015

Il termine Knowledge Governance (KG)  è emerso con la consapevolezza del rilievo che la risorsa "conoscenza" 1 riveste nella gestione di una organizzazione e con lo sviluppo dei progetti di Knowledge Management (KM)
Un  politica di KM esprime ciò che l'azienda intende fare per una migliore gestione del proprio "capitale di conoscenza" (detto anche "capitale intellettuale"); si traduce in un insieme di progetti finalizzati a rendere più efficienti ed efficaci i processi operazionali di KM, vale a dire i processi di generazione,  codificazione, trasferimento, applicazione della conoscenza.
La Knowledge Governance va intesa dunque come la scelta delle strutture organizzative, delle tecnologie e dei meccanismi (procedure, responsabilità, forme di incentivazione, ecc.) che, nell'ambito di una data struttura organizzativa, consentono di gestire o quanto meno di influenzare positivamente la gestione, generazione,  codificazione, trasferimento, applicazione della conoscenza della conoscenza.

In una versione all'allargata la KG si riferisce anche ai processi di pianificazione e controllo dei processi suddetti (vedasi schema seguente 2

La Knowledge Governance comporta l'esigenza di:

  • articolare le priorità nello sviluppo dei KM processes;
  • assicurare coerenza alle azioni riguardanti la politica di KM
  • dare direzione e impulso al KM attraverso i progetti che si decide di intraprendere;
  • definire nell'ambito delle varie funzioni aziendali  le responsabilità  inerenti ai KM processes

 

1 Vedasi sul portale Marcoaurelio la voce Knowledge/Conoscenza

2 Schema tratto da N. Prat, "A Hierarchical Model for Knowledge Management", in  David Schwartz (editor), Encyclopedia of knowledge management, Idea Group Reference,  2006, p. 245




Nessun commento. Vuoi essere il primo.