Indietro

La CGUE, sugli impianti di incenerimento rifiuti, esclude la violazione del principio di gerarchia dei rifiuti ma impone la valutazione ambientale preventiva

La Corte di giustizia UE, giudicando sulla compatibilità con il diritto europeo della disciplina nazionale in materia di impianti di incenerimento per lo smaltimento di rifiuti di cui all’art. 35 del decreto-legge n. 133 del 2014 e d.p.c.m. 10 agosto 2016, esclude che essa violi il principio di gerarchia dei rifiuti espresso dalla direttiva 2008/98/CE, ma afferma che le previsioni dell’aumento di capacità degli impianti di incenerimento dei rifiuti esistenti e di realizzazione di nuovi impianti di tale natura devono essere assoggettate a valutazione ambientale preventiva ai sensi della direttiva 2001/42/CE.

Leggi tutto sul sito Giustizia Amministrativa




Nessun commento. Vuoi essere il primo.