Indietro

La Corte dei Conti conferma compensi al CdA per le aziende senza contributi pubblici

Con la deliberazione n. 9/SEZAUT/2019/QMIG del 28 maggio 2019, la sezione Autonomie della Corte dei Conti risolve il dubbio legato alla gratuità degli incarichi per i componenti dei Consigli di Amministrazione delle aziende speciali, ex articolo 6, comma 2, del Dl 78/2010. I magistrati contabili infatti, rispetto alla questione di massima sollevata dalla Sezione regionale del Lazio relativamente alla gratuità delle cariche degli organi collegiali delle aziende speciali, si sofferma sui concetti di “ricezione di contributi pubblici” e di “corrispettivo”. La sezione Autonomie della Corte, recependo la posizione già assunta dalla Sezione giurisdizionale dell’Umbria con la sentenza n. 52/2016, ha rappresentato quindi che il capitale di dotazione, conferito dall’ente locale nello specifico fondo, è un elemento costitutivo dell’azienda speciale da non confondere con un contributo pubblico. Ha poi evidenziato che anche le somme erogate a titolo di contratto di servizio non possano essere considerate contribuzione pubblica, in quanto costituiscono un pagamento a fronte dei servizi resi dall’azienda speciale.

Per saperne di più andare sul sito ANCI




Nessun commento. Vuoi essere il primo.