Indietro

Lavoro: certificazione di parità nel lavoro

Superare i differenziali retributivi di genere e sviluppare percorsi di stabilità occupazionale, questo il sottotitolo del progetto “La difficile transizione verso la parità” presentato dal ministero del Lavoro e della Previdenza sociale. Il progetto si inserisce tra le iniziative nazionali per l’Anno europeo per le Pari Opportunità per tutti e propone uno strumento di certificazione riconosciuto e riconoscibile per promuovere e sostenere concreti cambiamenti in contesti operativi e professionali. Attraverso la diffusione del marchio di qualità Bollino Rosa – SONO (Stesse Opportunità Nuove Opportunità), il progetto propone di mettere a punto un sistema per la certificazione della qualità aziendale, basato sulla verifica della parità delle retribuzioni attribuite e sull’adozione, da parte delle aziende, di politiche non discriminatorie e di valorizzazione delle competenze femminili. Si parte dalla considerazione che la presenza di differenziali retributivi di genere ostacoli da un lato l’aumento dell’occupazione femminile, dall'altro ciò incide negativamente sulla propensione delle donne ad accedere a posizioni di maggiore responsabilità. Di fatto, le analisi anche recenti condotte dalla Commissione Europea mostrano che esiste nel mercato del lavoro una situazione di difficoltà/discriminazione nei confronti delle lavoratrici nonostante le politiche e le azioni messe in atto nei diversi stati membri. A partire da quello dei differenziali retributivi, dunque, il progetto rilancia i temi dell’organizzazione del lavoro, delle transizioni nel mercato occupazionale, della stabilizzazione professionale e dei relativi percorsi di carriera, nonché il tema della negoziazione e contrattazione nazionale e decentrata. La finalità generale, quindi, è di comprendere il funzionamento del complesso fenomeno dei differenziali retributivi di genere e di valorizzare la presenza delle donne nei contesti lavorativi.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.