Indietro

Limiti alla vendita di alloggio di edilizia residenziale pubblica introdotti con la Convenzione comunale

Cons. St., sez. IV, 10 settembre 2018, n. 5300 - Pres. Anastasi, Est. Lamberti

Anche se l’art. 35, l. 22 ottobre 1971, n. 865, nel testo modificato l. 17 febbraio 1992, n. 179, ha ridotto da 20 a 5 anni - decorrenti dalla data del rilascio della licenza di abitabilità - i limiti inderogabili all'alienazione successiva dell'immobile di edilizia residenziale pubblica sovvenzionato, con la convenzione il comune, potendo pattuire che dopo i 5 anni l'immobile sia venduto solo a chi ha i requisiti per ottenere un alloggio agevolato, può di fatto introdurre limiti convenzionali alla successiva alienazione da parte dell'assegnatario.




Nessun commento. Vuoi essere il primo.