Indietro

Mancata separata indicazione dei costi di manodopera: la CGUE salva la disciplina italiana ma indica i limiti entro cui è indispensabile il soccorso istruttorio

La Corte di giustizia UE, pronunciando su un rinvio pregiudiziale del T.a.r. per il Lazio, chiarisce che le norme del nuovo codice dei contratti (artt. 95, comma 10, ed 83, comma 9, del d.lgs. n. 50 del 2016), le quali escludono il rimedio del soccorso istruttorio in caso di mancata indicazione separata dei costi della manodopera, sono in linea di principio compatibili con la direttiva n. 2014/24/UE, salva tuttavia la situazione – che spetta al giudice nazionale verificare – in cui sussista una “materiale impossibilità”, per l’offerente, di indicare separatamente quei costi.

Per saperne di più andare sul sito Giustizia Amministrativa




Nessun commento. Vuoi essere il primo.