Indietro

MATTM: Attività compostaggio, procedure semplificate

Data: 28 feb 2017

E’ in Gazzetta Ufficiale il decreto interministeriale (ambiente e salute) 29 dicembre 2016, n. 266, che approva il “Regolamento recante i criteri operativi e le procedure autorizzative semplificate per il compostaggio di comunità di rifiuti organici ai sensi dell'articolo 180, comma 1-octies, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, così come introdotto dall'articolo 38 della legge 28 dicembre 2015, n. 221”, in vigore dal prossimo 10 marzo 2017.
Il decreto riguarda comunità di quantità di rifiuti non superiori a 130 tonnellate annue, ne regola una procedura semplificata che passa per una segnalazione certificata di inizio attività. Nel decreto anche indicazioni sul computo del compostaggio nella percentuale di raccolta differenziata da parte dei comuni e le scadenze documentali a fini fiscali.
I Comuni calcoleranno i dati aggregati relativi alle informazioni di cui all'art. 8 (Contributo agli obiettivi di gestione del rifiuto) e li comunicheranno all'ISPRA entro il 30 aprile di ogni anno ai fini del calcolo delle percentuali di riciclaggio dei rifiuti urbani. Inoltre, il comune dovrà inviare alla regione o alla provincia autonoma territorialmente competente, entro il 31 gennaio di ogni anno, il numero complessivo di apparecchiature in esercizio e la capacità complessiva di trattamento ai fini delle valutazioni utili alla predisposizione della pianificazione di settore.
Il responsabile dell'apparecchiatura comunicherà poi, entro il 31 dicembre di ogni anno, la cessazione dell'attività di compostaggio di comunità al soggetto di cui all'articolo 3 con le modalità ivi specificate.
Allegato 1 (Modulo per la segnalazione di messa in esercizio dell’apparecchiatura di compostaggio di Comunità). (GU n. 45 del 23.2.2017)

Decreto interministeriale (ambiente e salute) 29 dicembre 2016, n. 266


Numero: 266


Nessun commento. Vuoi essere il primo.