Indietro

Outsourcing

Data: 14 nov 2014

Con il termine "outsourcing" (impiegato nei testi che trattano di gestione aziendale) si intende la scelta di affidare ad un fornitore esterno funzioni/ attività di servizio che venivano precedentemente svolte all'interno di una azienda. Talvolta si usa come sinonimo il termine "contracting out" o usando, in italiano, il neologismo "esternalizzazione" (termine che può tuttavia assumere anche un'accezione più ampia).
Nel settore delle aziende private si ritiene che l'outsourcing possa aiutare le imprese ad operare meglio concentrandosi sul proprio core business e possa servire per far fronte alla mancanza di specifiche competenze in aree che possono essere presidiate in modo migliore da soggetti esterni specializzati in dette aree. Nelle Amministrazioni Pubbliche, i vantaggi che si vorrebbero conseguire con l'ousourcing, sono quelli della convenienza economica e del recupero di efficienza dell'Ente affidando, in base a specifici contratti (appalti, concessioni, ecc) , ad imprese private la produzione di servizi ed attività strumentali, pur continuando le stesse Amministrazioni a finanziare le attività esternalizzate e ad assumersi la responsabilità del controllo del corretto adempimento degli obblighi contrattuali. Le iniziative di outsourcing possono muovere non solo da una singola Amministrazione, ma avvenire a seguito di convenzioni stipulate da una pluralità di Amministrazioni in vista di possibili "economie di scala".
Il termine esternalizzazione può riferirsi anche alla costituzione di aziende o agenzie di natura pubblica o pubblico-privata alle quali vengono affidate specifiche funzioni/attività coordinate  dall'Amministrazione conferente, ma può anche riferirsi a formule contrattuali maggiormente innovative  quali il project financing, il global service, ecc.).




Nessun commento. Vuoi essere il primo.