Indietro

Pari opportunità: in arrivo un piano per la conciliazione

"Serve una rivoluzione culturale nelle relazioni tra il mondo del lavoro e quello femminile, una rivoluzione nelle pari opportunità" perché "il maggiore sviluppo economico passa attraverso il maggior coinvolgimento delle donne nel mercato del lavoro". Così il Ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna, ha anticipato alcuni punti del piano per la conciliazione vita-lavoro delle donne, al quale sta lavorando con il Ministro del Welfare Maurizio Sacconi e che sarà pronto "in tempi molto brevi". Intervenuta in Campidoglio al convegno "Donne e lavoro: i successi delle Pari opportunità”, il Ministro ha ribadito che la partecipazione delle donne al mondo del lavoro "non è solo un fatto di giustizia e di equità sociale. Le donne che lavorano rappresentano un volano per la crescita del paese, soprattutto in questo periodo di crisi". "Per questo", ha spiegato Carfagna, "il Governo ha stanziato, attraverso il fondo a disposizione del mio ministero, 40 milioni di euro": di questi, dieci milioni saranno destinati al finanziamento di voucher per asili nido e babysitter per le famiglie a basso reddito; albi comunali di badanti e babysitter che, dato il loro ruolo particolarmente delicato, dovranno essere provviste di adeguata professionalità; corsi di formazione per la nuova figura della tagesmutter, che darà vita agli asili nido condominiali già diffusi in Nord Europa. Sarà cura del Ministero del Welfare, invece, promuovere nuove formule di estensione del part time e di flessibilità degli orari di lavoro. "Bisogna invertire la tendenza attuale che vede sempre minor sostegno alle donne che lavorano", ha concluso il Ministro, a partire dalle piccole e medie imprese, "per innescare la parità nel sistema economico-industriale più importante del Paese".



Nessun commento. Vuoi essere il primo.