Indietro

Pari opportunità: sostegno alle lavoratrici

Emilia Romagna, Piemonte, Sicilia, Toscana e Umbria sono le prime cinque Regioni ad avere firmato con il Dipartimento per le Pari Opportunità le convenzioni che danno il via all'attuazione dell'Intesa per la conciliazione tra tempi di vita e di lavoro. A breve firmeranno anche Marche, Lombardia, Veneto, Liguria, Lazio e Abruzzo, e, a seguire, entro la fine dell’anno, anche le restanti Regioni. Prevista dal Piano Italia 2020 firmato dai Ministri per le Pari Opportunità, Mara Carfagna e del Lavoro, Maurizio Sacconi, l’Intesa è finanziata con uno stanziamento di 40 milioni di euro. Grazie a questi accordi e al trasferimento delle risorse, ciascuna Regione potrà avviare gli interventi previsti, realizzati tenendo conto delle raccomandazioni e delle prescrizioni formulate dal Gruppo di lavoro costituito presso il Dipartimento, che prevedono il potenziamento e l’implementazione dei servizi di cura per l’infanzia e misure per l’aumento dell’occupazione femminile. “Lo sviluppo economico passa anche attraverso il maggior coinvolgimento delle donne nel mercato del lavoro”, ha commentato il Ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna, “e l’aumento dei servizi a disposizione delle famiglie è la prima forma di aiuto per le donne”. Le Regioni si sono impegnate, in base alle esigenze di ciascun territorio, a finanziare voucher per asili nido per chi ha un reddito più basso, albi comunali di badanti e babysitter, corsi di formazione per la nuova figura della tagesmutter, altrimenti detta “mamma di giorno”, che darà vita agli asili nido condominiali già diffusi in Nord Europa e destinati a far crescere il numero dei posti-bimbo a disposizione. “Proprio in un momento di crisi economica globale come quello che stiamo vivendo bisogna invertire la tendenza ed aumentare, piuttosto che diminuire, il sostegno alle donne che lavorano", ha concluso il Ministro. Hanno già aperto, invece, i primi asili nido nelle Pubbliche amministrazioni, finanziati insieme al Ministro per la Pubblica amministrazione e l’Innovazione, Renato Brunetta, e al sottosegretario alla Famiglia, Carlo Giovanardi. Focus: Intesa conciliazione



Nessun commento. Vuoi essere il primo.