Indietro

Provincia Roma: dati su imprese al femminile

In occasione della festa della donna il Bic Lazio ha presentato i dati sull'imprenditoria femminile. Nella Provincia di Roma dal 2003 al 2007 registrato un tasso di incremento pari al 13%. Tra la varietà delle iniziative che rinnovano le riflessioni sulle pari opportunità e sui diritti delle donne, la Capitale saluta l'incremento registrato nel mondo delle imprese rosa come un indice per misurare la crescita del territorio, la sua capacità di mettersi in gioco e di puntare sulle leve giuste per lo sviluppo. Secondo la ricerca – che ha analizzato i dati Istat e dell’Ufficio statistica della Camera di Commercio capitolina – nel primo semestre 2007 le imprese gestite da donne nella Provincia di Roma sono 60.173, pari al 4,9% delle imprese femminili nazionali e al 60,1% di quelle presenti nel Lazio. L'incremento relativo è risultato superiore sia alla media laziale (+9,4%), che alla media nazionale (+5,4%). Se poi si prende in considerazione l’ultimo anno (giugno 2006 - giugno 2007), la crescita dell'imprenditoria femminile nel territorio romano ha fatto un ulteriore balzo in avanti: su base annuale, il numero delle imprese femminili attive è cresciuto di 2.257 unità, con un aumento del 3,9%, superiore sia a quello nazionale (+0,8%) che laziale (+2,7%). E se è vero che il tasso di imprenditoria femminile è la cartina di tornasole di un'economia virtuosa, allora la Capitale ha contribuito in maniera determinante allo sviluppo del territorio: è la stessa ricerca firmata Bic Lazio a spiegare che negli ultimi due anni il Lazio è stata la regione con il più alto tasso di incremento delle imprese rosa, registrando un aumento del 5,2%, a fronte del 2,3% della media italiana. Solo a Roma, lo stesso periodo ha visto crescere il settore del 7%.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.