Indietro

Rapporto Strategia Lisbona: sì del Governo

Il secondo Rapporto sullo stato di attuazione della Strategia di Lisbona, approvato dal Consiglio dei Ministri, raccoglie in modo organico e secondo le priorità di politica economica le azioni del Governo per raggiungere gli obiettivi della strategia stessa. Il Rapporto risponde inoltre alle Raccomandazioni e osservazioni, formulate nello scorso marzo dal Consiglio dei Ministri dell’Unione Europea in occasione della valutazione del precedente rapporto: stabilità di bilancio, concorrenza e liberalizzazioni, divari regionali di occupazione, qualità dell’istruzione, ricerca, infrastrutture, sviluppo sostenibile. Il Rapporto dà anche particolare risalto alle politiche per la giustizia e la sicurezza, per il loro impatto trasversale sulla competitività e sul contesto macroeconomico del Paese. La priorità europea "energia" viene inoltre trattata approfonditamente, per dar conto di tutti i filoni di azione in corso, come quello sulle rinnovabili e i cambiamenti climatici. Da segnalare inoltre la Nota Aggiuntiva "Donne, Innovazione, Crescita", documento aggiuntivo al Rapporto promosso e redatto dal Ministro per le Politiche Europee, di concerto con il Ministro per le Pari Opportunità e in collaborazione con gli altri ministri interessati, in particolare il Ministro per la Famiglia e del Lavoro. La Nota Aggiuntiva è centrata sulle donne e sulle politiche per favorire l'occupazione femminile e si propone di avviare un percorso per rendere più efficace, in tale campo, l'azione del Governo. Con la Nota Aggiuntiva, la risorsa donna entra a pieno titolo nella strategia italiana per l'Agenda di Lisbona, insieme ai progetti per la crescita e l'occupazione. Nota Aggiuntiva Donne, Innovazione, Crescita. Nota Aggiuntiva: Documento di sintesi in .pdf e in .html.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.