Indietro

Regione Emilia Romagna: Rete contro le discriminazioni in regione

21 nodi di raccordo distrettuali, 28 sportelli abilitati alla raccolta di segnalazioni e 95 antenne. Sono questi i punti riconosciuti formalmente dalla Regione Emilia-Romagna dopo le prime tre chiamate per la presentazione da parte dei soggetti pubblici e privati delle proprie candidature a entrare all’interno della rete regionale (mappa).
Per il personale dei 144 punti anti-discriminazione sono stati già realizzati nel corso del 2008 cinque moduli formativi di base (programma) che hanno consentito a 110 operatori di acquisire un quadro sia teorico sia concreto della discriminazione. Particolare attenzione è stata posta sugli strumenti di ascolto e di supporto necessari per accogliere una persona che è stata o si percepisce vittima di discriminazione, sullo sviluppo della capacità di identificare e riconoscere la discriminazione, sui riferimenti legislativi per orientare alla tutela dei propri diritti e sull’attivazione di tutte le strategie per sostenere i cittadini nel vedere riconosciuto il loro diritto a un pari trattamento.
Una serie di giornate specifiche sono state poi dedicate alla formazione all’utilizzo del sistema informatizzato per la raccolta delle segnalazioni di discriminazione e per la trattazione dei casi. Si tratta del sistema informativo utilizzato dall’Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali del dipartimento Pari Opportunità che è stato adattato alle necessità e alle caratteristiche del Centro regionale. L’utilizzazione dello stesso sistema, che è stata possibile grazie alla collaborazione instaurata con Unar, consentirà di raccogliere ed elaborare dati uniformi a livello nazionale e potrà rappresentare un importante punto di riferimento per analoghi centri regionali.
Per quanto riguarda l’attuazione del Protocollo in materia di discriminazioni (protocollo) è stata avviata una concreta collaborazione con il Difensore Civico che affiancherà il Centro per tutte le questioni di rilievo regionale relative ai rapporti tra cittadini e Pubbliche amministrazioni e che sarà costantemente presente agli incontri tecnici regionali.




Nessun commento. Vuoi essere il primo.