Indietro

Regione Lazio: 581 persone hanno partecipato al bando Agenas

La Regione ha avviato un nuovo percorso per la nomina dei direttori generali di Asl, aziende ospedaliere e istituti di ricovero. Un percorso basato sulla trasparenza e sul merito. La prima fase. L’Agenas, l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali ha esaminato tutti i curricula ricevuti attraverso internet e ne ha selezionati 581. Complessivamente le domande pervenute sono state 944, quelle escluse per motivi formali 287, i non idonei 76. La short list. Ora la Commissione composta dai professori Frey, Longo e Riboldi procederà a indicare la short list di 50 nominativi da cui potranno essere selezionati i dirigenti. La seconda fase prevede due passaggi: il primo è quello di un questionario informatico per misurare l’attitudine del candidato a gestire profondi e radicali processi di riorganizzazione strategica, la capacità di innovazione e di gestione di un complesso sistema di relazioni sia interne che esterne, capacità di affrontare probabili situazioni conflittuali. I candidati con le caratteristiche adeguate che supereranno questo ulteriore filtro saranno ammessi al colloquio finale da parte degli esperti. Per il presidente Nicola Zingaretti, “si tratta di un percorso innovativo e trasparente perché – ha spiegato - puntiamo a poter scegliere tra una rosa di nomi capace di affrontare al meglio le complessità di un sistema immerso in un radicale processo di riorganizzazione e sottoposto ai vincoli del piano di rientro”. Il provvedimento unitamente all’elenco dei 581 nomi sarà pubblicato nel prossimo numero del Bollettino Ufficiale della Regione Lazio mentre è possibile trovare qui tutta la documentazione e l’elenco.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.