Indietro

Regione Lazio: circa 60 milioni in tre anni per bambini in età da nido

"La Regione è sensibile ai bisogni dei bimbi in età da nido e delle loro famiglie. Sono stati destinati circa 60 milioni di euro in tre anni per realizzare oltre 5 mila nuovi posti in nidi e micro-nidi aziendali e comunali". E' quanto ha fatto sapere l'assessore alle Politiche sociali, Anna Salome Coppotelli, che ricorda anche che "nel biennio 2007-2008 per sviluppare l'offerta dei servizi territoriali all'infanzia abbiamo destinato 14 mln di euro, ma con i 45 milioni di euro di quest'anno, il cui bando scade il 26 settembre prossimo, abbiamo raggiunto un risultato eccezionale, per avvicinarci all'obiettivo della copertura del 33% del fabbisogno territoriale, come previsto dal Consiglio di Lisbona, e alla realizzazione di circa 5.200 posti per bambini da 0 a 3 anni". "Anche gli interventi sperimentali - ha aggiunto l'assessore - per la formazione di tagesmutter miravano a realizzare nuovi posti nido e, in più, a creare un'opportunità di lavoro per donne di età compresa tra i 21 e i 50 anni, in possesso di diploma di scuola superiore o titolo equipollente. Promuovere azioni per il miglioramento delle condizioni di vita dei cittadini, siano essi famiglie con bambini piccoli - ha continuato - oppure donne disoccupate o inoccupate che, a causa di una recente maternità hanno difficoltà a entrare o rientrare nel mercato del lavoro, è espressione di una grande sensibilità verso le famiglie, ma soprattutto per le donne". "La Regione Lazio - ha concluso Coppotelli - ha lavorato e dimostrato concretamente di essere sensibile ai bisogni dei bambini e delle famiglie, degli anziani e dei diversamente abili, dei cittadini residenti nel territorio"..



Nessun commento. Vuoi essere il primo.