Indietro

Regione Lazio: Legge elettorale, licenziata bozza modifiche

Si è concluso in commissione speciale Riforme istituzionali del Consiglio regionale il confronto politico sulla riforma della legge elettorale del Lazio, datata 2005. Dopo l'accordo all'unanimità raggiunto esattamente un mese fa sulle linee guida proposte dal presidente Mario Abbruzzese, si è passati, nelle scorse sedute, alla creazione e all'esame di una bozza di nuova proposta di legge da inviare alla prima commissione Affari costituzionali, che avrà il compito di esaminare la riforma per il parere prima dell'invio in Aula. Tredici sono state le osservazioni a questa bozza elaborate e discusse dai membri dell'organismo speciale. Tuttavia una sola, presentata da Giancarlo Righini (FdI), ha riscosso un apprezzamento unanime e sarà inserita, seppur con una riformulazione, all'interno del testo che sarà inviato. Si tratta di un intervento a modifica delle norme che regolano i casi di esonero dalla raccolta di firme per la presentazione di liste espressione di partiti già costituiti in gruppo nel parlamento italiano o europeo. (segue)



Nessun commento. Vuoi essere il primo.