Indietro

Regione Lazio : "Vie d'uscita" dal fenomeno della tratta

La Regione Lazio è impegnata in prima linea per combattere il fenomeno criminoso della tratta e dello sfruttamento della prostituzione. E lo fa attraverso “Vie d’uscita”, un progetto interregionale che ha l’obiettivo di combattere il traffico di esseri umani. Finanziato con il Fondo sociale europeo 2000/2006, il progetto è stato promosso dall’Assessorato Istruzione del Lazio (in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche sociali e con quello alle Pari opportunità), insieme alla Regione Piemonte e alla Regione Campania; ad esso hanno aderito anche la Toscana e la Valle d’Aosta. I capofila del progetto, finanziato con 300 mila euro (Misura E1), sono la Cooperativa sociale Parsec, l’Aiccre (Associazione italiana dei Comuni e delle Regioni d’Europa), la Caritas diocesana di Roma, lo Studio Come. Il quadro che emerge dalla ricerca “La prostituzione e la tratta a scopo di grave sfruttamento nel Lazio”, presentata nel corso del seminario, è quello di un fenomeno in continua evoluzione. Roma rappresenta ancora l’area di maggiore concentrazione della prostituzione, ma ultimamente si assiste ad un progressivo spostamento dell’offerta prostituiva verso le province, soprattutto Latina e Frosinone.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.