Indietro

Regolarità Vistared: risposta

Dal sottosegretario Giachino sono arrivati, in Commissione trasporti della Camera, chiarimenti circa la regolarità dei così detti Vistared, ovvero gli impianti di rilevazione delle infrazioni stradali installati in prossimità di incroci semaforici, problematica sollevata dal deputato Contento (PdL). Giachino ha puntualmente elencato tutte le condizioni di impiego fissate nel provvedimento di approvazione, ricordando che quando l'apparecchiatura è utilizzata senza la presenza di un operatore di polizia, in modalità automatica, l'Amministrazione che la utilizza è tenuta a far eseguire verifiche ed eventuali tarature della stessa, con cadenza almeno annuale, a supporto della corretta funzionalità dei dispositivi. In sintesi il consistente contenzioso instauratosi non dipende dalle apparecchiature in se stesse ma dall'impiego secondo modalità difformi da quanto prescritto dal Codice della Strada e da eventuali abusi commessi dalle amministrazioni procedenti, per le quali tuttavia è attualmente prevista solo la sanzione di cui all'articolo 45, comma 7 del Codice della strada nonché l'obbligo di ripristinare il funzionamento originale. Il sottosegretario ha infine reso noto che, a seguito di un'attività di intensa concertazione degli Uffici del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti con il Ministero dell'Interno, è di imminente pubblicazione un «Protocollo operativo per l'organizzazione delle attività di prevenzione del fenomeno infortunistico stradale mediante il controllo sul rispetto dei limiti di velocità». Tale documento è inteso a ridefinire in un unico documento tutte le indicazioni derivanti da normativa primaria, da circolari e da note ministeriali che nel tempo hanno dettato i principi del corretto uso delle apparecchiature di rilevamento automatico e/o presidiato. .



Nessun commento. Vuoi essere il primo.