Indietro

Riconoscimento di un diritto nuovo ed ulteriore rispetto a quello fatto valere con la sentenza da eseguire

Tar Napoli, sez. VIII, 7 marzo 2018, n. 1460

Non è affetto da nullità per violazione del giudicato il provvedimento  che, a fronte di una sentenza del giudice amministrativo che ha annullato il diniego di inserimento in una graduatoria del personale scolastico e riconosciuto la sussistenza dei presupposti per essere iscritto, ha inserito il ricorrente nell’indicata graduatoria senza tenere conto dei successivi progressi che la stessa avrebbe conseguito qualora tempestivamente inserita, ovverosia della possibilità della stessa di essere assunta in ruolo o, quantomeno, del conseguimento di una migliore posizione in graduatoria.

 

Non è ammissibile in sede di giudizio di ottemperanza un'azione risarcitoria che non riguarda il danno derivante dall’inottemperanza al giudicato ma il danno da cosiddetta lesione da interesse legittimo, previsto dall’art. 30, comma 5, c.p.a., ovverosia il pregiudizio causato dal provvedimento amministrativo annullato con la sentenza oggetto di giudicato. Quest’ultima tipologia di danno non è azionabile in sede di giudizio di ottemperanza, ma va fatto valere in sede di giudizio ordinario, nei termini indicati dal nominato art. 30, comma 5, c.p.a.




Nessun commento. Vuoi essere il primo.