Indietro

Riconoscimento e revoca protezione internazionale: regolamento

Data: 10 mar 2015

In vigore dal 20 marzo 2015 il regolamento approvato con il DPR 12 gennaio 2015, n. 21, e relativo alle procedure per il riconoscimento e la revoca della protezione internazionale a norma dell'articolo 38, comma 1, del decreto legislativo n. 25 del 2008. Il Regolamento, che abroga o mantiene abrogate le disposizioni del DPR n. 303/2004 e del DPR n.136/1990 in tema diriconoscimento dello status di rifugiato, disciplina, all’articolo 2, le attribuzioni e le prerogative dell'autorità competente all'esame delle domande, prevedendo (art. 3) i passaggi inerenti alla presentazione della domanda di protezione internazionale. L’art. 4 è dedicato alla istruttoria della domanda di protezione internazionale, mentre il successivo art. 5 si occupa dell’esame di tale domanda. Nell’articolo 6 è presa in esame la fase decisionale, affidata alla commissione territoriale competente. L’art. 7 ha specifico riguardo ai casi di esame prioritario delle domande; la tutela giurisdizionale degli interessati è disciplinata dall’articolo 8 del DPR. Sotto il profilo organizzativo dell’accoglienza, l’articolo 9 contiene disposizioni per l'istituzione dei CARA; l’art. 10 indica le modalità di permanenza nei CARA, mentre l’art. 11 disciplina la gestione di tale centri. Specifiche norme per l'accoglienza e l'accesso ai CARA sono presenti nell’articolo 12. L’art. 13 ridisegna il ruolo della Commissione nazionale per il diritto di asilo. Nell’articolo 14 trovano espressa regolamentazione gli istituti della cessazione e della revoca della protezione internazionale. L’art. 15 prevede infine la realizzazione, a cura della Commissione Nazionale, di un opuscolo informativo da consegnare al richiedente all'atto della presentazione della domanda ai sensi della normativa vigente. La assistenza sanitaria è contemplata nell’articolo 16 del decreto presidenziale. (GU n. 53 del 5 marzo 2015)

Numero: 21


Nessun commento. Vuoi essere il primo.