Indietro

Riconoscimento figli naturali: regolamento

Data: 24 mar 2015

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del Presidente della Repubblica 30 gennaio 2015, n. 26, con cui è approvato il regolamento in materia di riconoscimento dei figli naturali, in vigore dal 31 marzo 2015. Con successivo comunicato del Ministero dell’interno (pubblicato nelle GU n. 66 del 20 marzo 2015) il titolo del decreto è correttamente sostituito dal seguente: «Regolamento recante attuazione dell'articolo 5, comma 1, della legge 10 dicembre 2012, n. 219, in materia di filiazione». Il regolamento – che recepisce le osservazioni del Consiglio di Stato – prevede la sostituzione dell’espressione “figli naturali” con l’espressione “figli nati fuori dal matrimonio”. Stabilita anche la sostituzione della parola “figli legittimi” con quella di “figli nati nel matrimonio”. Tra le altre modifiche al DPR n. 396/2000: • abolito anche il termine “incestuoso” e sostituito dall’espressione descrittiva della stessa fattispecie, introdotta nell’art. 251 del Codice Civile (Art. 42 comma 2); • fissata a 14 anni l’età del figlio nato fuori dal matrimonio, sotto la quale l’ufficiale dello stato civile non può ricevere il riconoscimento in mancanza del consenso del genitore che lo ha riconosciuto per primo o della sentenza del tribunale per i minorenni che tiene luogo del consenso mancante (Art 45 commi 1 e 2); • soppresso l’aggettivo “naturale”, riferito alla dichiarazione giudiziale di paternità o maternità (Art 48, comma 3) • prevista la modifica della parola “potestà” con le seguenti “responsabilità genitoriale” (Art. 50); • l'ufficiale dello stato civile provvede nel caso in cui riceva, per la registrazione, un atto di nascita relativo a cittadino italiano nato all'estero nel matrimonio ovvero relativo a cittadino italiano riconosciuto come figlio nato fuori del matrimonio, al quale sia stato imposto un cognome diverso da quello ad esso spettante per la legge italiana. Quest'ultimo cognome deve essere indicato nell'annotazione (Art. 98, sostituzione comma 2). (GU n. 62 del 16.3.2015)

Numero: 26


Nessun commento. Vuoi essere il primo.