Indietro

Ricorso sul silenzio serbato dalla P.A. sull'indicazione della Pec da comunicare al registro tenuto dal Ministero della Giustizia per le comunicazioni e notificazioni

Tar Catania, sez. I, 11 giugno 2019, n. 1426 - Pres. Savasta, Est. Sidoti

È inammissibile il ricorso ex art.31 e 117 c.p.a con il quale alcune Associazioni di avvocati amministrativisti hanno chiesto l’accertamento dell’inottemperanza del Comune di Catania rispetto all’obbligo di comunicare al Ministero della Giustizia un valido indirizzo di posta elettronica certificata, ove ricevere le comunicazioni e le notificazioni, al fine di farlo inserire nell’elenco di cui all'art. 16, comma 12, d.l. n. 179 del 2012; ciò in quanto l'istanza non ha ad oggetto l'emissione di un provvedimento amministrativo che costituisca espressione di un pubblico potere, ma un comportamento dell'Amministrazione ossia la “comunicazione” della PEC al Ministero della Giustizia.

Per saperne di più vai sul sito giustizia amministrativa




Nessun commento. Vuoi essere il primo.