Indietro

Roma Capitale: Terremoto Amatrice, la solidarietà è “inMensa”

Giovedì 24 novembre, nelle mense scolastiche romane si è mangiato reatino-ascolano; e una parte del ricavo è andato a sostenere la refezione scolastica di Amatrice, distrutta dalla recente serie sismica dell’Appennino centrale. La speciale raccolta fondi, battezzata Solidarietà inMensa, è nata su iniziativa del Campidoglio con alcune aziende della ristorazione collettiva. Ne hanno parlato, incontrando la stampa a Palazzo Senatorio, la sindaca Raggi e l’assessora Laura Baldassarre (Persona, Scuola e Comunità solidale). Il servizio mense scolastiche di Roma Capitale ha proposto dunque per giovedì un “menu solidale” a base di prodotti tipici della regione colpita dal terremoto, a cavallo tra Lazio e Marche. Una frazione del ricavato – 0.2 centesimi per ogni pasto – viene devoluto alle mense amatriciane. L’iniziativa si è tenuta in tutti i circa 800 plessi scolastici dell’Urbe, spiega il Campidoglio, “per un totale di circa 144mila pasti”. Tolto “un dieci per cento di normale calo fisiologico giornaliero”, si arriva “a circa 130mila pasti, per un importo totale di circa 26mila euro”. segue



Nessun commento. Vuoi essere il primo.