Indietro

Roma e sorveglianza campi rom: interrogazione

Come si apprende da organi di stampa, a detta del Sindaco di Roma ogni campo nomade è stato sottoposto a stretti controlli di vigilanza. Stando a quanto risulta al senatore Di Giovan Paolo (PD), il 30 agosto 2010 una ragazzina quattordicenne, che ha tentato la fuga per amore con un ragazzo rom, è entrata nel campo di Salone senza che il personale preposto ai controlli si accorgesse della sua presenza. Il senatore si è rivolto al Ministro dell’interno per conoscere: quale sia il motivo per cui il personale preposto ai suddetti controlli non si sia accorto della presenza della quattordicenne per quattro giorni e se il personale fosse effettivamente in servizio durante quei giorni; se tutti i campi nomadi siano effettivamente dotati di sistemi di vigilanza e controllo e come questi siano organizzati; se tale vigilanza non si sia dimostrata meno efficiente della vigilanza precedentemente attuata attraverso la prevenzione e la presenza di cooperative sociali.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.