Indietro

Roma ed emergenza sicurezza : interpellanza

In merito alla manutenzione delle strade comunali e ai numerosi e quotidiani incidenti stradali «in un Paese che sulle emergenze ha saputo costruire un’industria, è proprio la Capitale a condensare tutti i peggiori aspetti di questo problema. E’ a Roma, più che in qualsiasi altra città italiana, che questa ‘calamità ridicola’, come la definiscono sui siti internet migliaia di utenti inferociti, può svelare lassismi, inefficienze e grandi sprechi». E’ quanto riportato dall’interpellante Lannutti (IdV) – con riferimento ad un articolo apparso sul quotidiano «la Repubblica» - il quale si è rivolto ai Ministri dell’economia e delle infrastrutture sollecitando iniziative affinché si risolva al più presto la suddetta emergenza senza fine che provoca morti e feriti, costa ai cittadini centinaia di milioni di euro e pone seriamente a rischio l’incolumità in particolare dei motociclisti. Si chiede inoltre di conoscere: se risultino le ragioni per cui il rifacimento delle strade spesso non rispetta i capitolati d’appalto ed i relativi controlli dell’ente appaltante risultano carenti e talvolta molto benevoli; di chi siano le responsabilità e in quale modo venga impiegato il fiume ininterrotto di denaro pubblico a ciò destinato, tenuto conto che, oltre al decoro e all’immagine di una città, spesso non viene garantita neanche la sicurezza dei suoi abitanti e dei i nove milioni di turisti che ogni anno attraversano la Capitale.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.