Indietro

Salute: Piano vaccini, le novità

Mantenere lo stato polio-free, raggiungere lo stato morbillo-free e rosolia-free, garantire e arricchire l’offerta attiva e gratuita dei vaccini nelle fasce di età e popolazioni a rischio. Queste alcune novità del nuovo Piano vaccini approvato in Conferenza Stato-Regioni il 19 gennaio 2017. Approvato in Conferenza Stato-Regioni il 19 gennaio 2017 il Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale 2017-2019 (PNPV) rappresenta un’opportunità di salute per tutti i cittadini – afferma la ministra Beatrice Lorenzin – La nuova offerta vaccinale contenuta nel Piano si configura come un valido strumento per ridurre le disuguaglianze nel Paese. Nell’attuale panorama politico e di federalismo sanitario, l’emanazione di raccomandazioni nazionali, non calate dall’alto, bensì fortemente condivise sul piano tecnico e politico con le Regioni e Province Autonome, nel rispetto della loro legittima autonomia, rappresenta una garanzia di equità di accesso a prestazioni di uguale qualità su tutto il territorio nazionale e per tutti i cittadini. Il Piano è in attesa di essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Segue Il 27 gennaio il Ministero ha precisato che “in relazione alle notizie stampa concernenti il contenuto del documento consegnato dalla Commissione salute della Conferenza delle regioni al Ministro della Salute e recante le proposte di attuazione del nuovo Piano Nazionale Vaccini per il triennio 2017 – 2019, il Ministero precisa che si sta ancora valutando la compatibilità di tale documento, ed in particolare le modalità, i tempi e l’organizzazione dell’offerta vaccinale di cui alla proposta delle Regioni, con le previsioni del nuovo Piano Nazionale Vaccini approvato la settimana scorsa con l’Intesa raggiunta in Conferenza Stato – Regioni. Pertanto, soltanto all’esito dell’istruttoria ancora in corso presso i competenti Uffici ministeriali, il Ministero potrà esprimersi compiutamente sul documento delle Regioni.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.