Indietro

Salute-Sindacati: incontro

Data: 23 feb 2016

Primo faccia a faccia tra il ministro e i sindacati dei medici che per ora confermano lo sciopero nazionale del 17 e 18 marzo. Le aperture al dialogo ci sono state ma i medici hanno posto come condizione per ritirare lo sciopero l'impegno del Governo su "atti concreti" per la rivalutazione complessiva del lavoro medico. Lorenzin si è impegnata a portare la vertenza salute sul tavolo di Palazzo Chigi. IL MANIFESTO DEI MEDICI PER LA BUONA SANITÀ di Ester Marago' e Gennaro Barbieri Leggi

QS: LA PIATTAFORMA DELL’INTERSINDACALE. Non solo contratto e convenzioni. Ma anche ritiro del DM appropriatezza e un piano per l'occupazione a tempo indeterminato. Ecco tutte le richieste fatte al Governo

QS: Milillo (Fimmg): "Apprezziamo aperture Lorenzin ma ora il Governo passi dalle parole ai fatti"

QS: Biasci (Fimp): “Bene incontro con Ministro Lorenzin ma servono azioni concrete”

QS: Missaglia (Simpef): “Lavoreremo insieme con Lorenzin per sciogliere i nodi della nostra sanità” 

FVM: Nel corso dell’incontro del 18 febbraio fra il Ministro della salute, Beatrice Lorenzin e i sindacati, Federazione Veterinari e Medici ha consegnato al Ministro un documento per rappresentare ciò che è necessario per mantenere in vita il Sistema sanitario nazionale e sollecitare con urgenza l'intervento unitario del Governo, a cominciare dal Presidente del Consiglio, che coinvolga i Ministri dell’Economia, della Funzione Pubblica e dell’Università per affrontare in modo coordinato, radicale e innovativo i grandi problemi che affliggono la sanità pubblica di questo paese. Leggi

Il 17 febbraio 2016, presso la sede del Ministero della salute è stata ricevuta una delegazione dei rappresentanti delle sigle sindacali FP CGIL, CISL FP e UIL FPL del Lazio.
Durante l’incontro le organizzazioni sindacali hanno rappresentato i principali problemi dei lavoratori della sanità pubblica e privata laziale e, in particolare, il rinnovo del contratto nazionale per la sanità pubblica e privata, lo sblocco del turnover, lo sblocco della contrattazione integrativa, la stabilizzazione dei precari e il sempre più frequente fenomeno del dumpingcontrattuale nella sanità privata.
I rappresentanti del Ministero della salute partecipanti all’incontro hanno ascoltato le problematiche rappresentate dai sindacati e hanno manifestato disponibilità a sottoporle ai competenti Uffici ministeriali per un loro approfondimento.




Nessun commento. Vuoi essere il primo.