Indietro

Senato - Ddl 1870 - Delega terzo settore: conclusione

L’Assemblea di Palazzo Madama ha approvato, con 146 voti favorevoli, 74 contrari e 16 astenuti, il ddl di delega al Governo per la riforma del Terzo settore, dell'impresa sociale e per la disciplina del servizio civile universale. Il provvedimento è stato già trasmesso alla Camera (C2617-B). Il disegno di legge interviene in modo strutturale su un settore che coinvolge oltre 300 mila organizzazioni non profit che hanno generato, nel solo 2011, un volume di entrate di circa 63 miliardi di euro. L'iter della riforma è partito dall'emanazione delle "Linee guida", da parte del Presidente del Consiglio, seguite da una consultazione pubblica alla quale hanno risposto più di 1000 soggetti del Terzo Settore, singoli cittadini, rappresentanti delle Amministrazioni pubbliche, di enti di ricerca, di organizzazioni imprenditoriali e di ordini professionali. L'approvazione del testo, dopo l'esame da parte delle Commissioni parlamentari di Camera e Senato, è un importante risultato frutto di un intenso e proficuo lavoro, che ha consentito di giungere a un provvedimento condiviso e soddisfacente, reso possibile grazie alla convergenza delle forze di maggioranza. Si tratta di un importante obiettivo politico da tempo atteso da tutte le parti sociali che operano nel mondo dell'associazionismo, del non profit, del volontariato e del Servizio civile. Ecco le principali novità



Nessun commento. Vuoi essere il primo.