Indietro

Senato – Roma e Centro accoglienza profughi: interrogazione

Il centro di accoglienza per profughi e migranti in transito "Baobab", a Roma, un modello virtuoso autogestito dagli stessi migranti e con la collaborazione di centinaia di volontari, è stato sgomberato il 6 dicembre 2015; in un contesto storico che vede continue riduzioni del bilancio degli enti locali, operate con scarsa lungimiranza dai Governi degli ultimi anni, realtà come il centro Baobab rappresentano esperienze da valorizzare, e non certamente da interrompere in nome dell'ordine pubblico o di operazioni immobiliari poco trasparenti; ad oggi permane l'assenza di una struttura per migranti transitanti, nonostante i numerosi edifici presenti nel territorio del comune, privati e pubblici, vuoti e in stato di incuria ed abbandono. Ciò premesso, De Petris e Cervellini (Sel) si sono rivolti al Ministro dell'interno sollecitando un intervento, in collaborazione con l'amministrazione di Roma capitale, affinché ai migranti identificati e trasferiti oggi sia garantita una collocazione rispondente alle loro necessità, nonché iniziative per garantire la presenza di strutture adeguate ai migranti e profughi in transito nel nostro Paese, nell'ambito di un processo di ripensamento a livello europeo per il definitivo superamento del regolamento di Dublino, in un momento in cui l'intero progetto europeo risulta connesso indissolubilmente ad una nuova, aperta e accogliente gestione del fenomeno migratorio.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.