Indietro

Senato - Roma e quartiere a luci rosse: interrogazioni

E’ a firma Ginetti (PD) ed altri l’interrogazione presentata al Senato a seguito della dichiarazione del presidente del IX Municipio di Roma, Andrea Santoro, il quale ha manifestato l'intenzione, confermata dall'assessore alle politiche sociali, Francesca Danese, di avviare un progetto sperimentale per la realizzazione di un'area di "tolleranza", un vero e proprio "quartiere a luci rosse" nella zona dell'EUR dove concentrare la prostituzione, esente da controlli e relative sanzioni anche per i clienti. Nello specifico, si chiede al Ministro dell’interno di conoscere: • quali provvedimenti si intendano assumere rispetto alla iniziativa politico/istituzionale manifestata dal Comune di Roma, anche in riferimento all'attuale normativa vigente ed al mantenimento dell'ordine pubblico; • se non ritenga necessario rafforzare i controlli e il ristabilimento della sicurezza sociale e pubblica nelle aree dove oggi tale attività di prostituzione si concentra, anche per la repressione dei reati spesso collegati di sfruttamento, induzione e riduzione in schiavitù anche di minori; • se non ritenga di valutare l'opportunità di promuovere la regolamentazione della attività di prostituzione come attività lavorativa/professionale a rilevanza economica, soggetta pertanto a relative autorizzazioni e riconoscimenti, sottoponibile a prelievo fiscale e pertanto valutabile ai fini della determinazione del PIL nazionale; • quali strumenti intenda disporre per colmare il vuoto normativo che non consente ai sindaci oggi, ad ordinamento vigente, l'adozione di efficaci provvedimenti di controllo di tale fenomeno nei luoghi aperti al pubblico, in osservanza di quanto statuito dalla sentenza della Corte costituzionale n. 115 del 2011.



Nessun commento. Vuoi essere il primo.