Indietro

Sistema

Data: 24 ott 2014

Con il termine "sistema si intende" un insieme di elementi strettamente interdipendenti così da formare un tutto organico. Non si può intervenire su una componente del sistema senza prendere in considerazione le ripercussioni che si potranno avere su tutte le altre. Il termine è entrato nell’ambito degli studi organizzativi soprattutto in relazione agli sviluppi della cibernetica con l’aspirazione a costruire una “teoria generale dei sistemi”, che va dal più semplice organismo ai macro sistemi sociali.
Una organizzazione, vista come sistema cibernetico, può essere schematizzata attraverso il modello seguente (figura 1)

 

Figura 1: Modello Cibernetico

Ad esempio l’Ufficio Anagrafe di un Comune costituisce un sistema che riceve in input risorse per il suo funzionamento e riceve dai cittadini richieste di prestazioni certificatorie, svolge attività di espletamento dei servizi (processo di trasformazione) e fornisce in output risposte alle richieste dei cittadini stessi. Esiste sempre, in modo più o meno formalizzato, l'esigenza di verificare le prestazioni fornite dal sistema e, conseguentemente, si pone la necessità funzionale di regolazione del sistema (feed back). In termini cibernetici possiamo parlare di risposte morfostatiche, ossia risposte basate su regolazioni tendenti a mantenere la stabilità del sistema (feed-back negativo) ovvero di risposte morfogenetici, ossia di processi che producono cambiamenti strutturali (feed-back positivo).

Il modello schematizzato dalla Fig. 1 qualifica dunque una organizzazione come sistema aperto, operante in un ambiente esterno che pone costantemente sfide adattive che il sistema non può ignorare.
In questa prospettiva viene sottolineata la rilevanza:

  • dei flussi informativi che connettono l’organizzazione con il proprio ambiente esterno;
  • delle funzioni di regolazione e controllo;
  • della analisi delle opportunità e delle minacce provenienti dall’ambiente esterno;
  • del presidio delle istanze innovative.

Ogni organizzazione viene dunque concettualizzata come “sistema aperto”, con continui problemi di risposta alle sollecitazioni, perturbazioni, opportunità, minacce che provengono dall’ambiente esterno. Così come succede agli organismi viventi, una organizzazione che non sa adattarsi alle modifiche che si producono nell'ambiente è destinata a soccombere.
La cibernetica offre molti contributi alla costruzione di una teoria generale dei sistemi che comprende tanto gli organismi quanto le organizzazioni (come d’altra parte suggerisce l’etimo comune: organon, strumento). A titolo esemplificativo citiamo la “legge” di Ashby sulla “varietà richiesta”: essa afferma che un sistema tanto più riesce a rispondere alla complessità esterna, quanto più aumenta (attraverso processi di differenziazione e specializzazione funzionale della propria struttura ) la sua complessità interna”.




Nessun commento. Vuoi essere il primo.