Indietro

Spending review: l.r. 7/2014

Data: 16 set 2014

La pdl 147 è diventata la legge regionale n. 7, pubblicata sul BUR n. 56 del 15 luglio 2014. La nuova legge prevede il taglio di numerose poltrone nella galassia degli enti e delle società regionali. Tra l’altro, si riduce da cinque a tre il numero dei membri dei collegi sindacali delle aziende sanitarie locali. I tre membri dei collegi sindacali di Asl, Ares 118 e degli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (Irccs) saranno così designati: uno dal ministero delle Finanze, due dal Consiglio regionale a maggioranza qualificata. Per quanto riguarda le aziende ospedaliero - universitarie, invece, resta il riparto di un membro designato dalla Regione, uno dal Mef e uno dall'Università. Si stima così un taglio di 42 poltrone e un risparmio di circa 630 mila euro all'anno in compensi. In linea con le politiche di contenimento dei costi degli enti, sarà ridotto da tre a uno il numero dei componenti degli organi di revisione. La nuova disposizione sul revisore unico riguarderà i consorzi di bonifica, l'Agenzia regionale per lo sviluppo e l'innovazione in agricoltura del Lazio (Arsial), l'Istituto regionale di studi giuridici A. C. Jemolo, l'Istituto per le Ville Tuscolane (Irvit) e gli enti di gestione delle aree naturali protette. Questo intervento porterà a un taglio di ulteriori 54 poltrone. La nuova legge regionale introduce anche norme volte a fissare un tetto retributivo per i dirigenti e i dipendenti delle aziende territoriali per l'edilizia residenziale pubblica (Ater). Si prevede inoltre la soppressione: - dell'Agenzia regionale per i beni confiscati alle organizzazioni criminali del Lazio (Abecol), resasi necessaria esistendo già un apposito organismo nazionale che svolge le sue stesse funzioni. Il risparmio annuo stimato è di 1,2 milioni di euro; - del "Comitato tecnico-scientifico per l'ambiente", non operativo da anni. Le funzioni di tale comitato saranno ricondotte alle strutture amministrative regionali che si occupano di ambiente; - del Consorzio di gestione delle grotte di Pastena e Collepardo. Una norma prevede la riduzione del 30 per cento della contribuzione della Regione Lazio alle spese di funzionamento degli organismi pubblici comunque denominati, come società direttamente o indirettamente partecipate dalla Regione, al fine di conseguire risparmi di spesa da destinare al miglioramento degli equilibri di bilancio. La stessa norma prevede la predisposizione, da effettuarsi entro sei mesi dall'entrata in vigore, di "un elenco degli organismi pubblici, anche con personalità giuridica di diritto privato, rispetto ai quali la Regione contribuisce con risorse pubbliche alle spese di funzionamento". La nuova spending review regionale fissa infine nuovi obbiettivi per i risparmi di spesa sulle attività amministrative degli assessorati, per un totale di 27,5 milioni di euro. Legge Regionale 14 luglio 2014, n. 7, Misure finalizzate al miglioramento della funzionalità della Regione: Disposizioni di razionalizzazione e di semplificazione dell'ordinamento regionale nonché interventi per lo sviluppo e la competitività dei territori e a sostegno delle famiglie. BUR-2014-56-0.pdf

Numero : 7


Nessun commento. Vuoi essere il primo.