Indietro

Stakeholder

Data: 20 set 2013

Nel 1963, lo Stanfort Research Institute ha formulato il concetto di Stakeholder per indicare tutti coloro che hanno un interesse ("stake") nell’attività di un’azienda e senza il cui appoggio un’organizzazione non è in grado di sopravvivere, includendo anche i gruppi non legati da un rapporto economico con l'azienda stessa.
La definizione attualmente più utilizzata è quella di Freeman (1984) che recita: “Gli Stakeholder primari, ovvero gli Stakeholder in senso stretto, sono tutti quegli individui e gruppi ben identificabili da cui l’impresa dipende per la sua sopravvivenza: azionisti, dipendenti, clienti, fornitori, e agenzie governative. In senso più ampio Stakeholder è ogni individuo ben identificabile che può influenzare o essere influenzato dall’attività dell’organizzazione in termini di prodotti, politiche e processi lavorativi. In questo più ampio significato, gruppi d’interesse pubblico, movimenti di protesta, comunità locali, enti di governo, associazioni imprenditoriali, concorrenti, sindacati e la stampa, sono tutti da considerare Stakeholder”. Gli Stakeholders sono quindi tutti quegli individui o gruppi che possono influenzare il successo di un’impresa o che hanno interessi nelle decisioni dell’impresa.
Nella Pubblica Amministrazione, per quanto attiene l'attuazione di policy e di programmi riguardanti i servizi pubblici, sono da considerare come stakeholder: 

  1. Gli attori sociali che sono direttamente (e per certi versi anche indirettamente) influenzati dagli esiti del progetto; in particolare gli attori sociali (interni o esterni all'azienda) che possono subire effetti positivi o negativi dal progetto;
  2. Le organizzazioni di rappresentanza (sindacati, associazioni, ecc.) degli attori sociali di cui sopra;
  3. Gli attori disponibili a spendersi e ad essere coinvolti nell'attuazione del progetto; in particolare gli attori che possono desiderare di mettere a disposizione loro competenze e conoscenze (in ottica crowdsourcing 1);
  4. Gli organismi interessati a contribuire anche finanziariamente alla realizzazione dei progetti (co-funding);
  5. I cittadini potenzialmente interessati, ma che al presente non conoscono il progetto o ritengono di non avere "voce in capitolo";
  6. Le persone e le organizzazioni che nella implementazione del progetto possono decidere di spendere il loro potere di influenza a favore o contro la realizzazione del progetto 2.

1 Vedasi sul portale Marcoaurelio la voce  di glossario "crowdsourcing"

2 Vedasi sul portale Marcoaurelio l'articolo "Gestire la 'implementazione''




Nessun commento. Vuoi essere il primo.