Indietro

Ulteriori servizi al cliente: questo albergo non è una casa

Qualora la struttura ricettiva conceda in locazione, in cambio di un corrispettivo, l’uso di appartamenti corredato dalla fornitura di ulteriori servizi a carattere personale, come la pulizia dell’immobile e il cambio della biancheria, risulta configurabile l’esercizio di un’attività alberghiera, con conseguente imponibilità ai fini Iva. È questo il principio che si ricava dalla pronuncia della Cassazione n. 2600 del 30 gennaio 2019.

Leggi l’articolo su Fiscooggi di Agenzia Entrate




Nessun commento. Vuoi essere il primo.