Codice di comportamento dei dipendenti e PTPCT

[#if Image8v9l??]
    [#if Image8v9l?is_hash]
        [#if Image8v9l.alt??]
            ${Image8v9l.alt}
        [/#if]
    [/#if]
[/#if]

OBIETTIVI

Il seminario si propone di fornire ai dipendenti del Corpo di Polizia locale di Roma Capitale gli strumenti e le conoscenze specialistiche necessarie per lo svolgimento dell’attività amministrativa nel rispetto della disciplina contenuta nel Codice di comportamento di cui al DPR. 62/2013 che istituisce a carico del dipendente pubblico obblighi di diligenza, lealtà, imparzialità e buona condotta. Più precisamente, l’intervento formativo mira a trasferire ai dipendenti del Corpo ogni informazione utile a comprendere gli aspetti essenziali del Codice, quali ad esempio il suo ambito di applicazione, i principi generali posti alla base della normativa e le condotte prescritte al pubblico dipendente che è tenuto, tra le altre cose, ad assicurare il rispetto delle norme contenute nel PTPCT, a garantire l’adempimento degli obblighi di trasparenza previsti in capo alle PPAA, nonché ad astenersi dal prendere decisioni o svolgere mansioni che possano determinare situazioni di confitto di interesse, anche potenziale, con attività di carattere personale.

OBIETTIVI AGENDA ONU 2030

Icona obiettivo sedici agenda ONU 2030

DESTINATARI

Dipendenti della Polizia Locale di Roma Capitale.

TEMATICHE PRINCIPALI

  • Le disposizioni del decreto legislativo n. 165/2001 e il d.P.R. 62/2013.
  • Ambito soggettivo e ambito oggettivo.
  • Le prescrizioni in materia di prevenzione della corruzione.
  • La disciplina del conflitto di interessi.
  • Vigilanza e responsabilità.
  • La mappatura delle aree a rischio: le indicazioni del Piano Nazionale.
  • Le misure obbligatorie di prevenzione della corruzione.
  • La rotazione ordinaria e straordinaria.
  • Il conflitto di interessi.
  • Il pantouflage.
  • L’inconferibilità e l’incompatibilità degli incarichi ai sensi del decreto legislativo n. 39/2013.
  • Le esigenze di trasparenza e le esigenze di tutela della privacy.
  • Le tre forme di accesso: accesso documentale, accesso civico, accesso civico generalizzato (FOIA).
  • Le interpretazioni giurisprudenziali della normativa in materia di Codice di comportamento.
  • Le linee guida dell’ANAC.

METODOLOGIA FORMATIVA

eLearning.

ATTESTATO DI FREQUENZA

Previsto a fronte di una presenza pari almeno all’80% della durata complessiva dell’evento formativo e del superamento del test finale.

Sustainable Development GoalsL’uso del logo SDG (Sustainable Development Goals), comprese la ruota di colori e le icone, da parte di un ente non comporta l’approvazione delle Nazioni Unite di tale ente, dei suoi prodotti o servizi, dei suoi programmi. Di seguito i link al sito dell’ONU “Sustainable Development Goals” (https://www.un.org/sustainabledevelopment/)  e al sito, in italiano, dell’Agenda ONU 2030 (https://unric.org/it/agenda-2030/ )