Rischi psico-sociali e stress lavoro-correlato. Una condizione comune e dif...


Data: 10 ott 2017 Secondo l’Agenzia Europea per la Sicurezza e la Salute sul lavoro, ...

Ulteriore contributo alle province delle regioni ordinarie per l'esercizio ...


Data: 03 ott 2017 Con comunicato del 29 settembre u.s. , il Ministero dell’Interno –...

Agenzia entrate - Ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali


Data: 26 set 2017 L’agevolazione fiscale sugli interventi di ristrutturazione edilizia è...

NOTIZIE
La mappatura dei processi e il trattamento del rischio
Uno dei pilastri del sistema di prevenzione della corruzione è la “gestione del rischio corruttivo”. La metodologia utilizzata nel nostro Paese deriva dalla tecnica denominata “risk assessment”, volta alla determinazione del rischio associato a determinati pericoli o sorgenti di rischio che può essere applicata ai più svariati campi, dal settore alimentare, alla gestione ambientale, così come alla valutazione dei rischi per la salute e sicurezza nel lavoro. Nelle pubbliche amministrazioni questo sistema rientra nella pianificazione della prevenzione della corruzione e consiste in un processo che (come descritto nel PNA 2013) si caratterizza per le seguenti fasi: - indicazione delle attività nell'ambito delle quali è più elevato il rischio di corruzione, “aree di rischio”; - indicazione della metodologia utilizzata per effettuare la valutazione del rischio; - programmazione delle misure di prevenzione utili a ridurre la probabilità che il rischio si verifichi, in riferimento a ciascuna area di rischio, con indicazione deg...
Sicurezza integrata e sicurezza urbana: nuovi compiti per la Polizia Municipale
ll decreto legge 20 febbraio 2017, n. 14, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 aprile 2017, n. 48, recante “Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città”, introduce nuove misure volte a potenziare l’intervento degli enti territoriali e delle forze di polizia nella lotta al degrado delle aree urbane, nella prospettiva di un efficace coordinamento di azioni integrate tra i soggetti coinvolti a vario titolo. A tale scopo, il decreto individua quali piani d’intervento la sicurezza integrata e la sicurezza urbana. 1. La sicurezza integrata 2. La sicurezza urbana 2.1. I patti per la sicurezza urbana 3. Le modifiche normative che riguardano la Polizia municipale 1. La sicurezza integrata La sicurezza integrata è intesa quale insieme d’interventi dello Stato, delle regioni, delle province autonome di Trento e Bolzano, degli enti locali e di altri soggetti istituzionali, al fine di concorrere, ciascuno nell’ambito delle proprie competenze e responsabilità, alla promozione e all’attuazione di un sistema uni...
La repressione della corruzione e dell’illegalità nella Pubblica amministrazione
Il legislatore del 2012 ha approvato la legge sulla prevenzione della corruzione, Legge n. 190/12, che prevede importanti modifiche dell’agere pubblico e ha reso il dirigente maggiormente responsabile per i comportamenti di maladministration interni sia dell’organico amministrativo che degli organi politici. Nel 2013 il legislatore ha poi inteso introdurre normative sulla trasparenza dell’attività amministrativa con il Decreto Legislativo n. 33/13, mentre col Decreto Legislativo n. 39/13 ha disciplinato le ipotesi di inconferibilità e incompatibilità nell’attribuzione degli incarichi politici e amministrativi nelle amministrazioni. L’analisi si è appuntata in particolare sugli aspetti complementari delle importanti riforme amministrative degli ultimi anni rintracciandone il comune denominatore: questo corpus normativo, non omogeneo e ancora da perfezionare comporta infatti il mutamento della prospettiva attraverso cui leggere le norme a garanzia della legalità costituzionale dell’azione amministrativa e le nuove istanz...