Aran: disponibile su web la banca dati dei contratti integrativi delle ammi...


Data: 27 giu 2017 L’Aran e il Cnel hanno reso disponibile, attraverso una procedura WEB, la...

Ministero della Salute: il "decreto-legge prevenzione vaccinale" con i nuov...


Data: 20 giu 2017 Italia Il provvedimento, oltre alle quattro vaccinazioni obbligatorie...

Da Enea e GSE una guida per i programmi annuali di riqualificazione degli e...


Data: 13 giu 2017 Italia Le principali inefficienze nel settore civile sono dovute alla bassa...

NOTIZIE
Accessibilità e accesso: quale differenza?
Nessuno me ne voglia, ma intorno al tema dell’accesso si è ingenerata una confusione che non è solo di carattere terminologico, anche perché, nel campo del diritto, il “nomen iuris” ha una funzione ben precisa che ha lo scopo di attribuire chiarezza alle norme e orientare, in modo univoco, i comportamenti, oltre che, certamente non da ultimo, di definire l’ambito di esercizio dei diritti. La materia dell’accesso, come è noto, nel nostro ordinamento viene introdotta nel 1990 con la legge 241. E nasce come situazione eccezionale, da riconoscere a soggetti “interessati” che avessero esplicitato, attraverso una motivazione circostanziata, la compresenza di ben cinque condizioni (interesse diretto, concreto, attuale, giuridicamente tutelato e collegato al documento) con l’accortezza che non si trasformasse in una forma di “controllo generalizzato”. Nel 2004, per effetto della legge n. 4 dal titolo “Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici”, nel nostro ordinamento è stato introdotto ...
Madia riforma Brunetta, ma il metodo è sempre lo stesso
I decreti attuativi della riforma Madia sono ormai tutti definitivamente approvati e pubblicati. Uno di questi, in particolare, il decreto legislativo 74/2017 è intervenuto sulla cosiddetta “riforma Brunetta”, approvata con il decreto legislativo 150/2009. Quel provvedimento, presentato con annunci miracolistici, era finalizzato “alla ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni”, si presentava come “riforma organica della disciplina del rapporto di lavoro dei dipendenti delle amministrazioni pubbliche” e “assicurava” (è il termine utilizzato) “una migliore organizzazione del lavoro, il rispetto degli ambiti riservati rispettivamente alla legge e alla contrattazione collettiva, elevati standard qualitativi ed economici delle funzioni e dei servizi, l'incentivazione della qualità della prestazione lavorativa, la selettività e la concorsualità nelle progressioni di carriera, il riconoscimento di meriti e demeriti, la selettività e la valorizzazione dell...
Le 92 leggi incomplete con un voto anticipato
Sono tanti i testi approvati in uno solo dei due rami del parlamento. 58 sono attualmente al vaglio del senato, mentre 34 aspettano l’approvazione finale della camera. Un numero alto di leggi che rimarrebbero incomplete con un voto anticipato. Con l’accelerazione del dibattito per la nuova legge elettorale, la possibilità di un voto anticipato diventa sempre più concreta. Ancora da capire il come e il quando, ma sicuramente quest’eventualità avrebbe delle conseguenze dirette sulla produzione legislativa di camera e senato. Come noto, l’attuale bicameralismo perfetto prevede che ogni testo debba essere approvato da entrambi i rami del parlamento. Ad oggi, dall’inizio della XVII legislatura, sono state promulgate 306 leggi. Oltre a questi testi però, ci sono 92 disegni di legge che sono stati approvati in uno dei due rami, ma che aspettano ancora la seconda approvazione dell’altro. Nello specifico 58 sono fermi a Palazzo Madama, mentre 34 a Montecitorio. Elemento nella norma se si considera che alla fine della scorsa legis...