Cassazione: gli imballaggi terziari non possono essere assimilati e sono da...


Data: 13 nov 2018 La Corte di Cassazione, con l’ordinanza 11 maggio 2018, n. 11451, ha...

Pubblicità su mezzo cumulativo: tributo calcolato come sommatoria dei messa...


Data: 30 ott 2018 La Corte di Cassazione, con ordinanza 2 maggio 2019, n. 10459, ha...

Niente trattamento da abitazione principale per gli immobili con bassi cons...


Data: 30 ott 2018 La Corte di Cassazione, con l’ordinanza 7 giugno 2018, n. 12793,...

NOTIZIE
Cassazione. L’operatore risponde in caso di omesso controllo della S.C.I.A.
Il processo di semplificazione, introdotto nel nostro sistema negli anni 90 è stato inteso, non come razionalizzazione delle fasi del procedimento, ma come abrogazione di alcune di esse, a discapito di quelle che riguardano i controlli. Certamente è stato un grave errore supporre che la soppressione dei controlli avrebbe generato snellezza, senza che ciò avesse comportato conseguenze sul fronte della regolarità. E ciò conferma che, in verità, non si è trattato di una “soppressione”, ma del trasferimento dell’onere del controllo, in capo all’Amministrazione pubblica, senza che ciò potesse pregiudicare il libero esercizio delle attività commerciali. In un sistema perfetto, questo principio può trovare una giusta applicazione. Ma in un contesto caratterizzato da continue emergenze, la pretesa che una istanza produca effetti, indipendentemente dalla verifica dei presupposti di legge o delle condizioni di sicurezza, rimandando al Comune l’onere della verifica, ha prodotto, inevitabilmente, la proliferazione di attività commer...
L’utilizzo delle capacità assunzionali negli Enti Locali minori. (Deliberazione Sezione regionale di controllo per la Basilicata n. 35/2018/PAR)
Il Sindaco del Comune di Castelgrande (PZ) ha inoltrato alla Sezione regionale di controllo della Basilicata una richiesta di parere in ordine alla modalità di utilizzo delle capacità assunzionali derivanti dalle cessazioni dei rapporti di lavoro avvenute negli anni precedenti. Come noto, la disposizione che regola il turn over di personale negli enti minori è contenuta nell’art. 1, della legge 296/2006 (legge finanziaria 2007) che al comma 562 rubricato “Limite assunzioni per gli enti fuori dal patto di stabilità” prevede “Per gli enti non sottoposti alle regole del patto di stabilità interno, le spese di personale, al lordo degli oneri riflessi a carico delle amministrazioni e dell'IRAP, con esclusione degli oneri relativi ai rinnovi contrattuali, non devono superare il corrispondente ammontare dell'anno 2004. Gli enti di cui al primo periodo possono procedere all'assunzione di personale nel limite delle cessazioni di rapporti di lavoro a tempo indeterminato complessivamente intervenute nel precedente anno, ivi compres...
TAR Molise: è regolare l’affidamento diretto sotto 40.000 euro
Con la sentenza n. 533 del 2018, il TAR Molise esprime una decisione che certamente sarà oggetto di attenzione fino all’eventuale ricorso al Consiglio di Stato. La questione riguarda la materia degli appalti e in particolare della possibilità di ricorrere all’affidamento diretto nei casi in cui la soglia del valore dell’affidamento sia inferiore a 40.000 euro. In particolare la vicenda riguarda l’avvio di una procedura di gara semplificata, ex art. 36, comma 2, lett. a) del D.Lgs. n. 50/2016, finalizzata alla selezione di un operatore economico cui affidare, per la durata di un anno a decorrere dal 2018, le attività inerenti ai servizi di raccolta, trasporto e conferimento rifiuti differenziati, pulizia stradale, manutenzione e cura del verde pubblico, manutenzione del cimitero e scavo di fosse per tumulazione, oltre al servizio di trasporto persone – autista scuolabus, per un importo complessivo di euro 39.884,00. L’Amministrazione motivava la scelta adottata per il fatto che non fosse stato possibile ricorrere agli str...